Greta Thunberg contro i grandi della Terra

Greta Thunberg si scaglia contro i potenti della terra e in particolare contro Donald Trump

0
312

Il discorso di Greta Thunberg tenuto all’ONU il 23 settembre sarà ricordato non solo per il forte tasso di emotività che l’ha caratterizzato, ma anche per l’accusa da lei rivolta ai potenti della terra. Il suo “Come vi permettete” sembra destinato infatti a sortire effetti molto più profondi di quelli che si poteva immaginare. Andiamo a vedere perché.

Il cambiamento climatico è una reale emergenza

Greta Thunberg è in fondo una parte non troppo importante del discorso relativo al cambiamento climatico. Se lei è riuscita a catturare l’attenzione dei media e dell’opinione pubblica è anche perché il tema che porta avanti è molto avvertito. Basterebbe del resto leggere il corposo rapporto dell’IPCC, per capire meglio. Lo studio sui mutamenti del clima afferma che abbiamo solo 31 anni per tagliare le emissioni di CO2 in atmosfera del 45%. Non farlo entro il 2050 potrebbe rendere il riscaldamento globale praticamente irreversibile, avviando il pianeta ad essere inabitabile per l’essere umano.

Greta Thunberg contro Donald Trump

“Come vi permettete”? In molti hanno collegato la brutale domanda di Greta Thunberg alle politiche di Donald Trump. Il presidente degli Stati Uniti, infatti, nel corso del suo primo mandato ha mostrato di tenere in scarso conto le istanze ambientaliste. La sua unica bussola sembra essere l’interesse delle grandi aziende, a costo di attaccare senza scrupoli un ecosistema sempre più compromesso. Tanto da affermare, sempre alle Nazioni Unite che il futuro non è dei globalisti, ma dei patrioti. Un discorso che qualcuno ha visto come una sorta di tacito appoggio a Jair Bolsonaro. Il presidente brasiliano, infatti, è anch’esso sotto accusa per le politiche di deforestazione dell’Amazzonia.
Il vero problema derivante dalle parole di Greta Thunberg sta però nel fatto che Trump e Bolsonaro non sono al governo per caso. Sono stati regolarmente eletti dal corpo elettorale, il quale probabilmente riserva attenzione insufficiente all’ambiente, pensando che in fondo sia importante sfruttarlo. Una politica miope che potrebbe presto avere conseguenze disastrose.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here